Immagini in movimento lento

Un corso di fotografia dedicato a chi vuole raccontare meglio il suo cammino, imparando a usare la macchina fotografica o lo smarphone per esprimere se stesso, raccogliere e trasmettere emozioni, e comunicare la propria visione del mondo. Dal 29 al 31 Marzo 2019.

Quando: da venerdì 29 Marzo alle 18 a domenica 31 Marzo alle 17
Dove: alla Casa del Movimento Lento di Roppolo (BI), 1 ora da Milano e 40' da Torino
Contributo per l'iscrizione: 90 Euro
Informazioni e iscrizioni: scrivi a casa@movimentolento.it o chiama il 3357979550 o lo 0161987866

Fotografare è porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. 
(Henri Cartier-Bresson)

Durante un grande viaggio, soprattutto a piedi, viviamo spesso momenti magici che vorremmo portare con noi per sempre. Vorremmo immortalarli in uno scatto, ma non sempre le nostre fotografie riescono a trasmettere la nostra emozione, o a comunicare il messaggio desiderato. Ammiriamo paesaggi meravigliosi, ma spesso le immagini con cui tentiamo di portarli con noi non sono all'altezza, e talvolta quando le riguardiamo si crea in noi un senso di frustrazione. 
Fotografare non è mai stato così facile ed economico: gli smartphone sono equipaggiati con ottime fotocamere, ma pochi di noi ne conoscono i principi di funzionamento, le tecniche di ripresa, i concetti di base della composizione delle immagini. Magari acquistiamo macchine fotografiche più sofisticate, ma troppo spesso le usiamo in modalità "automatica", senza approfondire le funzioni creative che potrebbero fare la differenza nei nostri scatti. 

Ogni fotografia è fatta di quello che riprendiamo ma anche di quello che abbiamo vissuto, visto, letto, è il risultato di quello che siamo stati in passato e di quello che siamo nel momento in cui la scattiamo.
Come possiamo riconoscere e trasmettere in modo efficace tutte queste "informazioni"?

In questo seminario Roberto Bianchetti, camminatore, fotografo e guida ambientale, cercherà di connettere gli elementi esterni della natura, del paesaggio intorno a noi, con la nostra esistenza e storia personale.

Indipendentemente dal livello tecnico di partenza, ognuno di noi partirà dalla propria "esperienza di comunicazione visiva", e passo dopo passo, scatto dopo scatto, alimenterà un circolo virtuoso di scambio e confronto con il docente e con i compagni di cammino. Condivideremo le nostre immagini e le nostre emozioni, confrontandoci con il docente e con il gruppo per sviluppare un nuovo punto di vista, con cui fotografare meglio e osservare il mondo in modo diverso. 

Programma

Venerdì
17 -18: arrivo e saluti
18: presentazioni e introduzione al seminario; chiacchierata sulla fotografia come espressione di se, in cui il docente racconterà la propria esperienza visiva e comunicativa, "la storia dietro la fotografia"
20 – 21.30: cena conviviale dove ognuno di noi porta un "pezzo di se", uno "scatto" della propria cultura e arte culinaria

Sabato

8.00: colazione
9.00: partenza per una foto-escursione in cui racconteremo per immagini il nostro cammino.
Cosa raccontare, come raccontarlo. Come ritrarre le persone in movimento, scatti multipli, l'importanza di prevedere quello che succederà tra poco. Fotografare il soggetto in movimento dal basso o dall'alto, di fronte, di lato o di spalle. 
13.00: picnic in campagna, o se fa freddo spuntino in un bar di Viverone.
14.30: ritorno alla Casa del Movimento Lento.
Sessione in aula: visione e condivisione degli scatti, confronto ad occhi aperti con il resto del gruppo, con "obiettivi e focali" diverse e personali per fare emergere la molteplicità dei punti di vista. 
Cenni di tecnica fotografica: esposimetro, messa a fuoco, tempi, diaframmi, profondità di campo, ISO.
19.30 – 21.30: cena comune in un ristorante nelle vicinanze della casa. 

Domenica

8.00: colazione
9.00: partenza per una foto-escursione in cui racconteremo per immagini il paesaggio e l'ambiente naturale.
Fotografare ciò che è molto lontano e ciò che è molto vicino, la macrofotografia. 
Cenni di tecnica e ripresa fotografica pratica, la composizione delle immagini, la regola dei terzi, inquadrature orizzontali o verticali. 
13.00: picnic in campagna, o se fa freddo spuntino in un bar. 
14.30: ritorno alla Casa del Movimento Lento.
Sessione in aula: nuova visione e condivisione degli scatti. Cenni di postproduzione per un buon reportage fotografico. 
Consigli pratici per l'acquisto di una macchina fotografica.
16.30: saluti finali

Il corso si svolgerà con un numero minimo di 6 partecipanti, un numero massimo di 15.
Attrezzatura consigliata: un paio di scarponcini o scarpe da trekking, zainetto da escursione con borraccia dell’acqua e giacca a vento. Utile un quaderno con biro o matita per gli appunti. 

Il docente

Fotografo e Guida Escursionistica Ambientale per professione e per passione, Roberto Bianchetti FotografoRoberto Bianchetti alterna servizi fotografici su
commissione a videodocumentari naturalistici e paesaggistici del territorio, a reportage sociali e di viaggio (Italia, Balcani, America Latina, Marocco, Nepal), a workshop tematici e corsi di fotografia per adulti e bambini, a videoproiezioni, a foto-Trekking e foto-viaggi.
Ha collaborato con Parchi Naturali Ossola, Meridiani Montagne, Mediaset, BBC. 
Nel 2018 è stato premiato al Festival Internazionale del Cortometraggio di Bene Vagienna per il documentario "H2O", dedicato al cammino dell'acqua, nel 2014 è stato premiato ai Festival Internazionali del Cortometraggio Malescorto e EcoFilmFestiVal
Pesio CN, per il documentario " Arrampicate ... bestiali! " , dedicato agli Stambecchi Arrampicatori della diga del Cingino, nel Parco
Naturale Valle Antrona. Il suo sito web è www.fotorobertobianchetti.com

Dove

Il Corso si terrà presso la Casa del Movimento Lento, un antico casale situato lungo la Via Francigena piemontese a Roppolo, in provincia di Biella. La Casa dispone di un ampio giardino dove effettuare gli esercizi all’aria aperta, mentre basta uscire di casa per imboccare una delle numerose strade campestri che s’inoltrano per decine di chilometri tra le colline boscose del biellese.

Roppolo si trova a 100 km da Milano, 60 km da Torino. Per chi arriva in treno la stazione di Santhià si trova a 12 km di distanza, ed è disponibile un servizio taxi piuttosto economico verso Roppolo. Se invece preferite arrivare a piedi basta imboccare la Francigena contromano, da Santhià sono 3 ore di piacevole cammino, il modo ideale per entrare nel vivo del corso.

Se invece siete costretti ad arrivare in auto imboccate l’A4, uscita Santhià, quindi proseguite per il Lago di Viverone. Siamo a un’ora da Milano, 45 minuti da Torino.

Logistica e costi

Il corso è riservato ai soci del Movimento Lento. Chi non fosse socio avrà la possibilità di iscriversi prima del corso, pagando la quota di iscrizione di 15 Euro all'anno.

Il contributo richiesto per il seminario è di 90 Euro per ogni socio partecipante.

Altre spese previste per vitto e alloggio: è possibile pernottare sia presso la Casa del Movimento Lento, sia in altre strutture di accoglienza convenzionate. Prezzo del posto letto nella Casa in camera tripla: 19 Euro/notte per persona (per chi usa il proprio sacco a pelo e asciugamani) o 24 Euro (comprese le lenzuola e gli asciugamani), colazione inclusa. Pranzi al sacco o al bar, cene condivise con menu convenzionato (15 Euro).  

Per informazioni e prenotazioni: Segreteria organizzativa – Susanna - 0161987866 - 3357979550 - casa@movimentolento.it  

La Scuola del Movimento Lento ha ricevuto il patrocinio dell'Associazione Europea delle Vie Francigene.
Associazione Europea delle Vie Francigene 

 



LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO DEI NOSTRI SEMINARI !