Perché camminare fa bene?

Teoria e pratica del benessere in cammino, in un seminario tenuto dal 15 al 17 Febbraio 2019 da Lucia Comar, medico per professione e camminatrice per passione.

Quando: da venerdì 15 Febbraio alle 18 a domenica 17 Febbraio alle 17
Dove: alla Casa del Movimento Lento di Roppolo (BI), 1 ora da Milano e 40' da Torino
Contributo per l'iscrizione: 90 Euro
Informazioni e iscrizioni: scrivi a casa@movimentolento.it o chiama il 3357979550 o lo 0161987866

“La mattina quando vi alzate, fate un sorriso al vostro cuore, al vostro stomaco, ai vostri polmoni, al vostro fegato.
Dopo tutto, molto dipende da loro”.

Tich Nath Hahn

Perché un lungo cammino ci fa sentire così bene?
Perché le emozioni positive trasmesse dalla natura ci rendono più energici?
Perché un’alimentazione corretta ci rende più longevi?

Questo seminario vuole illustrare le ragioni per cui il cammino può contribuire al nostro benessere: alterneremo esercizi all’aria aperta con momenti di approfondimento in aula, per capire come raggiungere e a mantenere l’armonia tra mente e corpo attraverso un percorso di consapevolezza, movimento, corretta alimentazione e tecniche di gestione dello stress.

Lucia Comar è un’esperta nelle neuroscienze, in particolare nella PNEI (Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia), disciplina che studia i nostri sistemi biologici e come questi si influenzano reciprocamente. Una scienza che studia i meccanismi che governano l’equilibrio del nostro organismo, e che spiega come sia possibile controllarli.

Durante il seminario sperimenteremo sul campo i cambiamenti positivi che avvengono nel nostro corpo e nella nostra mente durante un cammino, e per quanto possibile ne daremo una spiegazione scientifica. Cosa sono le endorfine, la “droga naturale” senza controindicazioni che viene rilasciata dal nostro corpo durante l’attività fisica? Quali sono i benefici della maggiore ossigenazione del nostro organismo? Perché quando camminiamo è più facile “staccare la spina” e allontanarci dai pensieri negativi che assillano la nostra quotidianità?

E come possiamo prevenire e curare i malanni più comuni che possono colpirci in un viaggio a piedi? Quanto è importante un’alimentazione sana durante un cammino, così come nella vita di tutti i giorni? Passeremo dalla teoria alla pratica, e dopo aver parlato di carboidrati, proteine e grassi cucineremo insieme una colazione sana, gustosa e sostanziosa, e impareremo insieme quali alimenti possono contribuire meglio di altri al nostro benessere.

“Se fossimo in grado di fornire a ciascuno
la giusta dose di nutrimento e esercizio fisico, né in difetto, né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute“
Ippocrate (460-377 a.c.)

 

Programma

Venerdì
17-18.00 – Accoglienza
18.00 - Alle Radici dell'Equilibrio Psico-Fisico: il movimento, l’alimentazione, le emozioni, la genetica
La PNEI
-Le endorfine
-I nostri cervelli: l’intestino sistemico
-L’infiammazione

20.00: cena condivisa

Sabato

9.00 – Sessione in aula
• L'uomo e il cammino (cenni antropologici del camminare).
• Perché camminare fa bene? Il riequilibrio psico-fisico attraverso il movimento
• breve descrizione del sistema nervoso e muscolo-scheletrico: tendini, muscoli, legamenti

10.00 – Esercizi di riscaldamento prima del cammino

10.30 – In cammino lungo i sentieri tra la foresta della Serra Morena e il Lago di Viverone. Durante il cammino verranno illustrate nozioni di posturologia per prevenire e/o curare i traumi
Impariamo ad ascoltare il nostro corpo.
Lo stretching: perché è importante, quando e come va praticato, esercizi sul campo

13.00 - Pranzo in un bar di Viverone

14.00 - ritorno alla Casa

15.00 - Faccio la dieta? No, imparo a nutrirmi! Il riequilibrio psico-fisico attraverso il cibo
- i nutrienti
- comporre (preparare) il proprio piatto in modo equilibrato, colorato e creativo
- esercizi per “ascoltare” la fame e la sazietà
- mangiare in consapevolezza
- gli integratori: sono utili o dannosi?

20.00 - Cena condivisa


“Portate in tavola il sorriso. e conservatelo”
Tich Nath Hahn - Mangiare in consapevolezza

Domenica:

8.00 – Dal carboidrato alla torta di mele: prepariamo insieme una colazione sana e nutriente, per mettere in pratica gli insegnamenti sulla dieta

9.00 – Sessione in aula:
Che cosa sono le emozioni?
• Momento di focusing sull’ascolto del corpo - come mi sento?
• Il riequilibrio Corpo-Mente attraverso le tecniche di gestione dello stress
• Stress fisici e psichici: i ritmi crono–biologici, l’importanza del sonno e del riposo
• Come alleggerire il circuito dello stress?

Come il cammino cambia il nostro cervello

10.00 - Camminata meditativa nella natura
Imparare ad ascoltare le emozioni

13.00 - Pranzo al sacco e ritorno alla Casa

14.00 – Il cammino nella storia dell’uomo, dalla preistoria al medioevo, dalla beat generation ai giorni nostri

14.30 – Strategie per il futuro
- la motivazione
- perseverare per educare il nostro orologio biologico
- l’importanza del gruppo

16.00 – Proiezione del video “La pratica della meditazione camminata” di THICH NHAT HANH

16.30 - Conclusioni e saluti

Il corso si svolgerà con un numero minimo di 6 partecipanti, un numero massimo di 15. Attrezzatura consigliata: un paio di scarponcini o scarpe da trekking, uno zainetto da escursioni con borraccia e/o termos, giacca a vento, un materassino per fare esercizi corporei a terra. Utile un quaderno con matita (anche matite colorate), biro per appunti, riflessioni e disegni.

La docente
Lucia ComarLucia Comar si laurea in Medicina e Chirurgia a Torino, nel 1991. Già durante gli studi universitari percepisce l’importanza di approcciarsi alla salute non solo attraverso la Medicina Convenzionale ma anche attraverso un approccio olistico, capace di tener conto della globalità della persona. Amante dello sport e appassionata viaggiatrice, durante un trekking in oriente incontra le filosofie orientali e si diploma in Agopuntura e Tecniche Complementari presso il Centro Studi Terapie Naturali e Fisiche di Torino. Lavora nel suo studio di Medicina Integrata a Fiano Torinese, dove partecipa alle cure dei pazienti anche insegnandogli l’importanza di camminare, cucinare e sorridere .

Dove

Il Corso si terrà presso la Casa del Movimento Lento, un antico casale situato lungo la Via Francigena piemontese a Roppolo, in provincia di Biella. La Casa dispone di un ampio giardino dove effettuare gli esercizi all’aria aperta, mentre basta uscire di casa per imboccare una delle numerose strade campestri che s’inoltrano per decine di chilometri tra le colline boscose del biellese.

Roppolo si trova a 100 km da Milano, 60 km da Torino. Per chi arriva in treno la stazione di Santhià si trova a 12 km di distanza, ed è disponibile un servizio taxi piuttosto economico verso Roppolo. Se invece preferite arrivare a piedi basta imboccare la Francigena contromano, da Santhià sono 3 ore di piacevole cammino, il modo ideale per entrare nel vivo del corso.

Se invece siete costretti ad arrivare in auto imboccate l’A4, uscita Santhià, quindi proseguite per il Lago di Viverone. Siamo a un’ora da Milano, 45 minuti da Torino.

Logistica e costi

Il corso è riservato ai soci del Movimento Lento. Chi non fosse socio avrà la possibilità di iscriversi prima del corso, pagando la quota di iscrizione di 15 Euro all'anno.

Il contributo richiesto per il seminario è di 90 Euro per ogni socio partecipante.

Altre spese previste per vitto e alloggio: è possibile pernottare sia presso la Casa del Movimento Lento, sia in altre strutture di accoglienza convenzionate. Prezzo del posto letto nella Casa in camera tripla: 19 Euro/notte per persona (per chi usa il proprio sacco a pelo e asciugamani) o 23 Euro (comprese le lenzuola), colazione inclusa. Pranzi al sacco o al bar, cene condivise con menu convenzionato (15 Euro).  

Per informazioni e prenotazioni: Segreteria organizzativa – Susanna - 0161987866 - 3357979550 - casa@movimentolento.it  

La Scuola del Movimento Lento ha ricevuto il patrocinio dell'Associazione Europea delle Vie Francigene.
Associazione Europea delle Vie Francigene 

 



LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO DEI NOSTRI SEMINARI !